top of page
  • Immagine del redattoreDott. Valerio Lenzoni

LA TERAPIA METACOGNITIVA INTERPERSONALE (TMI)

Aggiornamento: 21 ott 2023


La Terapia Metacognitiva Interpersonale è una psicoterapia cognitiva di ultima generazione sviluppata negli anni '90 per trattare pazienti con disturbi di personalità, che spesso rispondevano meno ai trattamenti esistenti. Questi pazienti presentano problemi che richiedono un approccio attento per favorire il recupero.


LE BASI

La terapia si basa sull'idea che alcuni pazienti hanno difficoltà a comprendere il proprio mondo interiore e quello degli altri. Questa capacità di comprendere il proprio mondo interno e i pensieri, emozioni e motivazioni degli altri è chiamata metacognizione. Inoltre, questi pazienti sono guidati da aspettative inconsce sugli altri, chiamate schemi interpersonali, che possono portare a sofferenza e difficoltà nelle relazioni.


GLI OBIETTIVI

Gli obiettivi della Terapia Metacognitiva Interpersonale sono:

  1. Migliorare la metacognizione.

  2. Comprendere gli schemi interpersonali che causano sofferenza.

  3. Comprendere le strategie utilizzate per gestire le emozioni negative.

  4. Promuovere il cambiamento attraverso la comprensione degli stati mentali e delle strategie disfunzionali.


IL TRATTAMENTO

Il trattamento prevede procedure specifiche per raggiungere questi obiettivi, iniziando con la gestione delle emozioni dolorose e poi passando attraverso diverse fasi di comprensione e cambiamento. L'importanza della relazione terapeutica è fondamentale nel processo, e il terapeuta lavora per instaurare un rapporto positivo e collaborativo con il paziente.

In sintesi, la Terapia Metacognitiva Interpersonale si concentra sulla comprensione del mondo interiore del paziente e sulla gestione delle emozioni e delle aspettative nelle relazioni interpersonali per promuovere il benessere e il cambiamento.



19 visualizzazioni

Post correlati

Mostra tutti

LA RUMINAZIONE

Comments


bottom of page